Ecobonus 2020: tutto quello che c’è da sapere sulla detrazione

Ecobonus 2020: tutto quello che c’è da sapere sulla detrazione

Come funziona l’ecobonus 2020, la detrazione per il risparmio energetico?

Novità in ambito ecobonus 2020: dal 1° luglio e fino al 2021 sarà possibile accedere alla detrazione del 110%, che si affianca alle aliquote ordinarie del 50 e del 65%.

La detrazione del 50 o 65% copre un elenco che comprende diverse spese: rientrano per esempio la sostituzione di finestre ed infissi, caldaie, pompe di calore. I lavori detraibili sono differenti, secondo diverse aliquote e limiti di spesa.

L’ecobonus del 110% sarà invece riconosciuto solo un numero di lavori molto ristretto, quelli che garantiscono elevate performance di risparmio energetico.

Ecobonus 2020: come funziona la detrazione

Innanzitutto vogliamo spiegarti che cos’è questo ecobonus di cui tutti parlano; si tratta di una detrazione riconosciuta per i lavori di risparmio energetico effettuati sia su edifici singoli che in condominio. Sugli edifici singoli varrà tra il 50% e il 65%, sui condomini potrebbe addirittura raggiungere il 75%.

La detrazione sulle abitazioni riguarda tutti gli interventi e le spese sostenute ai fini di:

  • miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni, pavimenti, finestre e infissi);
  • installazione di pannelli solari;
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale;
  • interventi di domotica, cioè installazione di dispositivi multimediali per il controllo a distanza degli impianti di riscaldamento.

Decreto Rilancio: tutte le novità 2020

Il testo del decreto Rilancio prevede l’avvio del sismabonus e dell’ecobonus del 110%, fornendo l’elenco dei lavori per i quali si potrà accedere alle detrazioni maggiorate:

  • interventi di isolamento termico;
  • Miglioramenti delle parti comuni degli edifici per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale;
  • interventi sugli edifici unifamiliari per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

L’ecobonus del 110% spetterà per tutti i lavori di efficientismo energetico (articolo 14 decreto legge n. 63/2013), nei limiti di spesa individuati per ciascuno di essi, a patto che venga eseguito almeno uno degli interventi sopra elencati e anche per i lavori di adeguamento antisismico (sismabonus).

L’obiettivo è proprio quello di far ristrutturare casa completamente gratis ai contribuenti con la nuova detrazione al 110%.

Ecobonus 2020: aliquote detrazione e lavori ammessi

Quali lavori sono ammessi nell’ecobonus normale? Facciamo il punto in attesa di quello al 110%:

ecobonus 2020 detrazione fiscale ristrutturazione

Anche per il 2020, l’ecobonus è stato confermato con tre aliquote differenziate:

  • Detrazione ecobonus 50% per i seguenti interventi
    • interventi relativi alla sostituzione di finestre comprensive d’infissi;
    • schermature solari;
    • caldaie a biomassa;
    • caldaie a condensazione, che continuano ad essere ammesse purché abbiano un’efficienza media stagionale almeno pari a quella necessaria per appartenere alla classe A di prodotto prevista dal regolamento (UE) n.18/2013. Le caldaie a condensazione possono, tuttavia, accedere alle detrazioni del 65% se oltre ad essere in classe A sono dotate di sistemi di termoregolazione evoluti appartenenti alle classi V, VI o VIII della comunicazione della Commissione 2014/C 207/02.
  • Ecobonus con detrazione 65% per i seguenti interventi
    • interventi di coibentazione dell’involucro opaco;
    • pompe di calore;
    • sistemi di building automation;
    • collettori solari per produzione di acqua calda;
    • scaldacqua a pompa di calore;
    • generatori ibridi, cioè costituiti da una pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, assemblati in fabbrica ed espressamente concepiti dal fabbricante per funzionare in abbinamento tra loro.
  • Detrazione ecobonus al 70% o 75% per i seguenti interventi
    • interventi di tipo condominiale. Attenzione: tale detrazione vale per le spese sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021 con il limite di spesa di 40.000 euro moltiplicato per il numero di unità immobiliari che compongono l’edificio. Qualora gli stessi interventi siano realizzati in edifici appartenenti alle zone sismiche 1, 2 o 3 e siano finalizzati anche alla riduzione del rischio sismico determinando il passaggio a una classe di rischio inferiore, è prevista una detrazione dell’80%. Con la riduzione di 2 o più classi di rischio sismico la detrazione prevista passa all’85%. Il limite massimo di spesa consentito, in questo caso passa a 136.000 euro, moltiplicato per il numero di unità immobiliari che compongono l’edificio.

Quali sono gli importi di spesa massimi detraibili?

Il limite massimo detraibile è pari a:

  • 100.000 euro per gli interventi di riqualificazione energetica;
  • 60.000 euro per gli interventi sull’involucro dell’edificio;
  • 30.000 euro per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, ovvero installazione di impianti dotati di caldaie a condensazione, pompe di calore ad alta efficienza e impianti geotermici a bassa entalpia;
  • 60.000 euro per l’installazione di pannelli solari utili alla produzione di acqua calda per usi domestici o industriali e per la copertura del fabbisogno di acqua calda in piscine, strutture sportive, case di ricovero e cura, istituti scolastici e università.

E lo sconto in fattura? Totalmente ridimensionato. L’opzione sarà riconosciuta solo per i grandi lavori di condominio, di importo pari o superiore a 200.000 euro.  Solo in questo caso i condomini potranno scegliere per l’applicazione diretta dello sconto sulla spesa sostenuta, importo che sarà decurtato dal totale del corrispettivo relativo ai lavori effettuati direttamente dall’impresa.

Chi può richiedere l’ecobonus 2020?

Il bonus potrà essere richiesto da tutti i contribuenti, anche i titolari di reddito di impresa, che risultino possessori di un immobile in favore del quale vengono posti in essere lavori finalizzati al risparmio energetico.

C4 Green Energy: fornitura di energia 100% rinnovabile

Se il tuo condominio vuole intraprendere interventi di risparmio energetico? C4 Green Energy può venire in tuo soccorso!

Ogni giorno forniscono a migliaia di Clienti, privati e aziende, soltanto energia pulita, prodotta solo ed esclusivamente da fonti rinnovabili. Qual è lo scopo? Rispettare l’ambiente in cui si vive e far respirare la nostra Terra.

Cosa fa C4 Green Energy?

Mette a disposizione dei propri Clienti una grande rete di Consulenti. Installa impianti fotovoltaici e termodinamici in un modo totalmente innovativo; la fornitura è composta da un mix energetico derivante completamente da fonti rinnovabili.

Per maggiori informazioni scrivici qui e ti metteremo in contatto con C4 Green Energy!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.